I paesi del Mediterraneo sono quelli che più di altri hanno sofferto la crisi economico-finanziaria iniziata nel 2008 e mai più realmente finita. Nonostante le cose stiano gradualmente migliorando, gli italiani sono rimasti talmente scottati da questo periodo nero da essere diventati più pessimisti di quanto non fossero già. Qui in Italia, in buona sostanza, siamo in molti ad essere convinti che il futuro non potrà migliorare e che quello dei nostri figli sarà ancora peggio. E un tale pessimismo, in Europa, oltre che in Italia c’è solo in Grecia (altro paese che guarda caso ha sofferto la crisi tanto da essere finito in bancarotta).

E’ risaputo che quello del posto fisso è un mito tutto italiano. Tre lavoratori su quattro, pari al 74% del totale, si sono tuttavia rassegnati all’idea che il posto di lavoro a tempo indeterminato non esista praticamente più. E’ quanto emerge dall’ultima indagine condotta da Randstad Workmonitor, multinazionale specializzata nella fornitura di servizi per la gestione del personale, che per condurre questa sua ricerca ha preso in considerazione 33 Paesi e 400 lavoratori per ciascuno di essi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi